A un fanciullo dello Spedale viene resa la somma che aveva speso per comprare una fasciatura per una sua ferita:

A di detto [14 gennaio 1579 s.f.] lire una soldi otto portò [via] Nanni nostro fanciullo contanti per una fasciatura comprata sulla piaza di S. Giovanni da una donna per se stesso per essere aperto

(AOIF, Quaderno di Cassa L , 27/03/1576 – 18/03/1579,  n. inv.  5354, c. 169sin)