Lo Spedale gratifica i due uomini addetti alle bestie, che avevano portato alcuni stalloni in Maremma, con un paio di scarpe per uno:

Et adì 15 detto [gennaio 1595 s.f.] lire dieci piccioli a Girolamo calzolaio al Canto alla Paglia per dua paia di scarpe per Raffaello garzone alla stalletta et il Bellino lavoratore per essere andati a Grosseto a menare gli stalloni portò [via] maestro Francesco nostro calzolaio

(AOIF, Quaderno di Cassa O, 01/04/1587 – 24/03/1595, n. inv. 5357, c. 247sin)