Si fa un primo pagamento dell’acquisto di migliaia di embrici per i tetti del nuovo Spedale:

Biagio d’Antonio fornacao dembrici da Santa Maria in Pianeta debbe dare insino a dì XXV di genaio 1420 [s.f.] fiorini trenta denari ebbe per noi da Piero di Lorenzo Lenzi nostro chamarlingo chomapare posto chabbi dato in questo libro a charte 39 e i detti denari sono per parte di paghamento di 6000 embrici a lire 60 il miglaio

(AOIF, Primo libro di conti dell’Edificazione del nostro Spedale seguite l’anno 1419 e 1420, n. inv. 3641, c. 49v)