L'età media dei bambini adottati che arrivano in Italia è di sei anni, all'Istituto un seminario di studi per approfondire le specificità che caratterizzano l'incontro tra mondo della scuola e sistema dei servizi
02 November 2015

Anche quest'anno l'Istituto degli Innocenti organizza seminari formativi promossi dalla Commissione per le Adozioni Internazionali rivolti agli operatori dei servizi socio-assistenziali, ai rappresentanti degli enti autorizzati e alla magistratura minorile. Tra i temi trattati ce n'è uno che diventa sempre più cruciale ed è quello della cosiddetta post-adozione, ovvero quella fase immediatamente successiva all'adozione che non si conclude con l’arrivo del bambino ma si concretizza proprio con il suo inserimento nel nuovo contesto familiare, scolastico e sociale.

“Negli ultimi anni il tema dell'inserimento scolastico di bambini adottati è sempre più centrale  - spiega Raffaella Pragliasco, responsabile dell'area cooperazione internazionale dell'Istituto degli Innocenti –  perché la loro età media è di sei anni, una soglia che peraltro tende a salire nel tempo. Si tratta di un dato in contro tendenza rispetto agli anni 2003/2004 quando, l'età dei bambini che arrivavano nel nostro Paese era prevalentemente prescolare. Oggi la maggior parte delle adozioni coinvolge bambini tra i cinque e i nove anni e questo ovviamente comporta la necessità per l'istituzione scuola di aggiornarsi e formarsi per fronteggiare il fenomeno. Basti pensare che solo dopo tre mesi dall'arrivo in Italia il bambino viene inserito a scuola con tutto quello che questo passaggio comporta in termini di difficoltà linguistica, di attaccamento alla famiglia adottiva, di contesti scolastici e sociali diversi dai nostri e non ultimo di metodologie di apprendimento differenti rispetto ai paesi di origine”.
Il prossimo 11 dicembre l'Istituto degli Innocenti organizza il seminario di studi dal titolo “Adozioni a scuola. Come parlarne, come intervenire?” Partendo da  una disamina aggiornata della normativa più recente, l'incontro vuole approfondire le specificità che caratterizzano l’'incontro tra mondo della scuola e sistema dei servizi e dei soggetti che accompagnano le famiglie nel loro percorso di adozione.
L'iniziativa è promossa nell'ambito del Master di II livello “Il lavoro clinico e sociale con le famiglie accoglienti: affido e adozione”” in collaborazione con Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Qui il programma del seminario

Foto crediti