29 September 2016

“Affido sine die e tutela dei minori. Cause, effetti e gestione” è il volume di Marco Chistolini che verrà presentato il 6 ottobre all'Istituto degli Innocenti. La presentazione, organizzata nell'ambito della giornata di studio “La continuità dei legami familiari: stato dell'arte e prospettive di riforma nell'affido e nell'adozione”, si propone come occasione di riflessione e approfondimento sul fenomeno degli affidi sine die.

L'affido dovrebbe essere un intervento temporaneo, che consente a un minore impossibilitato a stare nella propria famiglia di essere accolto in un altro nucleo familiare finché le difficoltà che hanno causato tale situazione non vengano rimosse. In realtà oltre la metà degli affidi in corso in Italia ha carattere di definitività: per questo si parla di affidi sine die, affidi che non avvengono per caso, ma rappresentano l'effetto concreto e tangibile di un certo modo di pensare e agire diffuso tra coloro che si occupano di tutela minorile. Riflettere sul fenomeno, quindi, è un'opportunità per comprendere quali valori, sentimenti e pregiudizi guidino i professionisti del settore nel costruire progetti e prendere decisioni.

La presentazione sarà introdotta da Antonella Schena, direttrice della Biblioteca Innocenti Library. Interverranno, oltre all'autore del libro: Giorgio Macario, psicologo e psicosociologo, formatore e consulente dell'Istituto; Laura Laera, presidente del Tribunale per i minorenni di Firenze; Roberto Mazza, psicologo e psicoterapeuta; Andrea Bartolini, genitore affidatario.