Il 22 febbraio l'assegnazione dei premi 2010. La cerimonia si terrà all'Istituto
18 February 2010
Alla Fiorentina Pegaso per lo Sport

Il “Pegaso dello sport 2010”, il massimo riconoscimento sportivo che la Regione Toscana assegna ad atleti e società sportive è andato all'Acf Fiorentina. La cerimonia di consegna si terrà lunedì 22 febbraio alle 17.00 nel Salone Brunelleschi dell'Istituto degl’Innocenti. 

Si conoscono i anche i nomi di atleti e squadre ai quali il presidente della Regione Toscana Claudio Martini, durante la cerimonia del 22 febbraio, consegnerà i premi speciali.

Uno di questi riconoscimenti speciali verrà assegnato ad Alessio Giovannelli allenatore della Scuola calcio del Firenze Sud. Giovannelli è il mister della categoria pulcini - premiata anche con il Giglio di Firenze - perché allenatore e giocatori (otto anni) sospesero la partita con la squadra dell'Affrico, per fermare la rissa verbale che i genitori avevano iniziato sugli spalti dimostrando spirito sportivo e correttezza.

Gli altri premi speciali andranno all’ex pugile pontederese più volte campione del mondo Sandro Mazzinghi; alla campionessa di ping pong disabile Marisa Nardelli che ha partecipato a cinque competizioni olimpiche; a Simone Pianigiani, tecnico della Mps Mens Sana Siena e neo-allenatore della Nazionale italiana di basket; all’Unione Italiana Ciechi Sportivi di Pisa, la più antica società di disabili in Toscana e dell’Unione Italiana Tiro a Segno Firenze, una delle gloriose società ultracentenarie sportive della Toscana.

Il premio lo scorso anno è stato assegnato al canottiere livornese Luca Agamennoni per la medaglia d'argento nel quattro di coppia alle Olimpiadi estive di Pechino.

Il Pegaso per lo Sport è il riconoscimento che la Regione assegna dal 1996 agli atleti toscani che hanno conseguito risultati di grande rilievo sui palcoscenici nazionali ed internazionali. Giunto alla 12a edizione l'evento del 2010 è stato organizzato con la collaborazione del Coni-Comitato regionale della Toscana, Ussi-Gruppo toscano dei giornalisti sportivi e Istituto degli Innocenti. (sp)

Vedi anche:
Ragazzi, sport e violenza

Leave a comment