Una campagna istituzionale per la sicurezza in rete
28 December 2011
Attenti Online

Crescono di giorno in giorno le pubbliche amministrazioni italiane che sostengono progetti per la sicurezza in rete di bambini e ragazzi, si è aggiunta di recente a questa nutrita lista la Regione Umbria con la campagna istituzionale Attenti Online sostenuta anche dall'Ufficio Scolastico Regionale.
L'iniziativa è rivolta a bambini e ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori, ai loro genitori, e agli insegnanti per informarli sul tema della sicurezza in rete ed educare senza allarmismi e divieti ad un uso consapevole dei nuovi media.
L’obiettivo è proprio quello di diffondere tramite una comunicazione capillare e sempre aggiornata, e con il linguaggio del web 2.0 conoscenza e consapevolezza per i giovani internauti bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, spesso già pratici di strumenti come motori di ricerca, social network e messaggistica istantanea.
La campagna Attenti Online sfrutta svariati strumenti 2.0: un blog, un video ufficiale su YouTube, una pagina Facebook, un profilo Twitter e una applicazione per iPhone, iPad e iPod, disponibile
gratuitamente in app store.
Tra i prodotti anche una guida per la sicurezza on line, un glossario sul blog con i termini tecnici del web 2.0; il blog inoltre contiene suggerimenti sul comportamento corretto  da tenere nei social network site, consigli per salvaguardare la propria privacy, pagine dedicate agli utenti genitori e alle diverse tipologie di “naviganti” che possono partecipare liberamente al blog con una semplice iscrizione.
La scuole che stanno sperimentando il progetto  sono 20 sparse per il territorio umbro di ogni ordine e grado anche se più del 50% degli istituti sono scuole superiori che hanno sviluppato percorsi autonomi. E' stata anche avviata una  serie di incontri diretti in particolar modo agli adulti,
che affiancati da psicologi e tecnici informatici, potranno comprendere le motivazioni per cui i loro
figli usano così intensamente il web, e quali sono le modalità comunicative di quest’ultimo, infine
alcune nozioni tecniche potranno aiutare i genitori a superare le difficoltà che normalmente
riscontrano nella “navigazione”, che diventerà anche per loro consapevole.
Un progetto che mira a coinvolgere tutta la comunità in percorsi di crescita differenziati ma che mirano ad un risultato comune: trasformare alunni, insegnati e genitori in navigatori esperti e consapevoli. (francesca conti)

Vai al sito della campagna Attenti Online

educazione media