Le attività di carattere internazionale costituiscono parte fondamentale dell’impegno dell’Istituto degli Innocenti per la tutela e la promozione dei diritti dell’infanzia. L’Istituto è da tempo impegnato in attività di scambio, ricerca e formazione in ambito europeo e internazionale.

Diversi sono stati negli anni i temi sui quali l’Istituto ha favorito un confronto internazionale, in particolare i minori fuori dalla famiglia, l’adozione nazionale e internazionale, la violenza all’infanzia, la giustizia minorile, l’integrazione dei minori Rom, la promozione dell’eguaglianza di genere.

L’Istituto ha collaborato direttamente con le amministrazioni centrali di altri Paesi – tra cui Libano, Egitto, Tunisia, Cile - al fine di sostenere lo sviluppo di strutture nazionali di monitoraggio e documentazione sulle tematiche minorili e di realizzare percorsi formativi su tematiche relative alla protezione dell’infanzia. Ha inoltre svolto attività di ricerca, formazione e consulenza tecnica, a supporto delle istituzioni dell’Unione europea e del Consiglio d’Europa e delle agenzie sovranazionali impegnate nella tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti.

L’Istituto degli Innocenti ha da tempo uno stretto rapporto di collaborazione con Unicef Office of Research, con il quale ha partecipato a EuroChiCoNet - Rete europea di ricerca su bambini e conflitti armati a partire dal 2001.
Dal 2003 al 2014 l’Istituto degli Innocenti ha svolto la funzione di Segretariato della Rete europea degli osservatori nazionali per l’infanzia ChildONEurope coordinando attività di scambio, ricerca e formazione a livello europeo su tematiche relative alla protezione dell’infanzia, tra cui la violenza all’infanzia, l’adozione internazionale, la giustizia minorile, i servizi per la prima infanzia.

L’Istituto degli Innocenti è anche membro della rete europea Eurochild che raccoglie le più importanti organizzazioni che si occupano di protezione dell’infanzia a livello europeo.

 

Il progetto Alternative Future
Il progetto europeo Alternative Future mira a migliorare la vita e le opportunità dei giovani che hanno subito violenze mettendo al centro i diritti dell’infanzia e l’ottica di genere. È realizzato in partenariato da organizzazioni di Italia, Spagna, Bulgaria, Scozia, Germania e Austria ed è finanziato dal programma Diritti, Educazione e Cittadinanza dell’Unione europea.

Il progetto Culture of Care
Il progetto internazionale Culture of Care mira alla rilevazione di bisogni specifici e alla creazione di una rete di sostegno e prevenzione al fianco di minori maschi che hanno subito violenza sessuale o ne sono potenzialmente vittime. Il progetto, nell’ambito del programma DAPHNE, si svilupperà in parallelo in Germania, Austria, Bulgaria, Spagna e Italia nei prossimi due anni.

Rapporto di ricerca su mappatura di progetti contro il bullismo
Il rapporto, realizzato dall’Istituto degli Innocenti in collaborazione con l’Università di Firenze, Dipartimento di Scienze dell’Educazione e Psicologia, ha preso in esame i progetti contro il bullismo, attivi dal 2009 al 2016.

 

Per informazioni e contatti
Area Cooperazione Internazionale:
Referente Raffaella Pregliasco

international@istitutodeglinnocenti.it
tel: + 39 055 2037241 - 342
fax: + 39 055 2037344