A Firenze, il 17 e 18 dicembre, contro ogni mafia
16 December 2009
Festa della Legalità 2009

Dal rosso sangue al rosso pomodoro: la legalità cambia la percezione dei colori è questa lo slogan dell'edizione 2009 della Festa della Legalità.

Il simbolo è il pomodoro “ricco di vitamina L come Legalità” come dicono i ragazzi e le ragazze che ogni anno partecipano alla raccolta dei frutti nelle terre sequestrate alla mafia.

Arrivata alla quarta edizione la Festa ribadisce l'impegno della Regione Toscana contro tutte le mafie, quest'anno con una giornata di tavole rotonde, spettacoli, degustazione di prodotti coltivati nelle terre confiscate alla mafia, incontri e musica per rilanciare un impegno che è un investimento sul futuro.

L'obiettivo dell'iniziativa è diffondere la cultura della legalità e sollecitare la coscienza civile ma anche avere un occhio di riguardo alle nuove generazioni.

“Davanti a noi abbiamo giorni molto importanti per quanto riguarda il nostro impegno sul terreno della legalità, un terreno che, considero di straordinaria importanza in un paese che mai come ora ha bisogno di regole condivise e rispettate” spiega il vicepresidente dalla Giunta regionale Federico Gelli.

La festa avrà inizio il 18 dicembre alle 9,30 al Palazzo degli Affari di Firenze, in Piazza Adua, ma nella serata del 17 dicembre, sempre a Firenze, al Teatro delle Spiagge, via del Pesciolino 26/a, ci sarà una lettura dal libro di Leonardo Sciascia Il giorno della civetta. Seguirà uno spettacolo teatrale scritto e diretto da Nicola Zavagli, a cura della compagnia Teatri d'Imbarco.

La giornata del 18 sarà densa di avvenimenti. Inizierà con un town meeting Legalità, sicurezza, giustizia, violenza di genere. I giovani prendono la parola e continuerà - alle 10.30 - presso il polo delle scienze sociali dell'Università di Firenze, in via delle Pandette 32, con la tavola rotonda Fermare gli affari di mafia, difendere i beni confiscati. Tra gli ospiti ci saranno Don Ciotti, Piero Luigi Vigna, presidente onorario della Corte di Cassazione, Walter Veltroni, membro della Commissione parlamentare antimafia e altri. Il dibattito, alle 16.30, tornerà al Palazzo degli Affari dove saranno commentati i risultati del town meeting. (sp)

Leave a comment