La seconda edizione della rassegna di cinema internazionale dedicata all’infanzia presentata stamani durante la conferenza stampa ufficiale al Cinema la Compagnia alla presenza dei vari referenti delle realtà coinvolte
14 October 2021

Al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50/r), dal 22 al 24 ottobre, e online dal 21 al 24 ottobre sulla piattaforma https://www.mymovies.it/ondemand/uiff, si tiene la seconda edizione di UNICEF Innocenti Film Festival, la prima e unica rassegna di cinema internazionale proposta da UNICEF, dedicata all’infanzia, curata dall’Ufficio di Ricerca UNICEF Innocenti di Firenze, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana - cinema La Compagnia. Quest’anno il festival celebra un’importante ricorrenza: il 75esimo anniversario dalla fondazione di UNICEF.

La proposta di film è incentrata sulle dinamiche che modellano la vita dei bambini e degli adolescenti. I film di quest'anno, 38 in tutto, rappresentativi della cinematografia di 29 paesi, sono stati selezionati su un totale di quasi 1700 film da 114 paesi pervenuti all’organizzazione del festival. L'età media dei registi è di 28 anni.

"Il festival è un’importante rassegna, con film provenienti da contesti diversi, sulle dinamiche che riguardano le vite dei bambini e adolescenti", ha affermato Gunilla Olsson, direttrice dell'UNICEF Innocenti. “Saremo trasportati in tutto il mondo attraverso gli occhi dei bambini. I film ci faranno ridere, piangere, riflettere, sul nostro modo di guardare alle sfide che i bambini devono affrontare ogni giorno".

Nove le sessioni di proiezione in programma, ognuna dedicata ad una specifica dinamica, fra cui "Figli di un mondo pericoloso”, "Cronache dalla diseguaglianza", "Crescere che fatica!", "Viaggio attraverso genere e identità", "Nuove forme di documentario ".

"In un momento di rinascita, come quello che stiamo vivendo, mettere al centro dei progetti culturali e cinematografici il tema dell'infanzia è particolarmente importante - dichiara Iacopo Di Passio, presidente FST -. I bambini e i ragazzi rappresentano la fascia della popolazione che probabilmente ha pagato il prezzo più alto nel corso della pandemia, e ad essere ancora più in sofferenza sono quei ragazzi che vivono nelle regioni più svantaggiate del pianeta. Così come i giovanissimi sono coloro che subiscono più di altri le conseguenze delle scelte degli adulti, in campo economico, ambientale, sociale. La spinta per cambiare e salvare il pianeta, parte proprio da loro, dai giovani, dal loro entusiasmo e dalle loro nuove idee positive. Il cinema, parlando al pubblico con un linguaggio universale, è un veicolo molto importante di condivisione di problematiche e di riflessione. Come Fondazione Sistema Toscana siamo a fianco di iniziative culturali che promuovono i giovani cineasti e portano all'attenzione del pubblico la tematica dell’infanzia, di centrale importanza per un futuro migliore".

Tra gli ospiti attesi oltre al Sindaco Dario Nardella e al Presidente della Regione Eugenio Giani, il Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo Italiana Ambasciatore Giorgio Marrapodi e l’attrice Amita Suman, originaria del Nepal, che ha lavorato su Netflix in "Sword and Bone" e in "The Outpost" della rete CW.

"Sono veramente orgogliosa di lavorare con l'UNICEF per aiutare quante più ragazze possibile che vivono in povertà a superare le barriere che incontrano nell'ottenere un'istruzione", ha detto Amita Suman. "Sono anche molto entusiasta di prendere parte all'UNICEF Innocenti Film Festival e contribuire a promuovere l’attenzione sulle narrazioni dell'infanzia da tutte le parti del mondo".

Il 21 ottobre ci sarà l’anteprima del festival con un evento speciale, REIMAGINING CINEMA, dedicato alle scuole sul tema del rapporto tra cinema e diritti dell’infanzia. L’evento, organizzato da UNICEF Italia e UNICEF Office of Research – Innocenti in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti di Firenze e Lanterne Magiche, si svolgerà presso il Salone Brunelleschi dell’Istituto degli Innocenti, la mattina dalle ore 9 alle 12.30 e prevedrà la proiezione del film "Il diritto alla felicità" di Claudio Rossi Massimi, alla presenza del regista e dei ragazzi di alcune scuole fiorentine che avranno l’occasione di discutere dei contenuti del film con il cast presente.

“Il cinema, la cultura e l’arte sono importanti strumenti di promozione dei diritti e aiutano a riflettere sui bisogni dei bambini - ha commentato la presidente dell’Istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida - Questa iniziativa è una bella opportunità per dare ai ragazzi delle scuole una maggiore consapevolezza dei loro diritti, necessaria soprattutto nel contesto di una società in rapido mutamento. Siamo felici di questa nuova occasione di collaborazione tra Istituto degli Innocenti, UNICEF Italia e UNICEF Office of Research – Innocenti offerta dall’UNICEF Innocenti Film Festival”.

Il 22 ottobre apertura del Festival in presenza al Cinema La Compagnia, con la partecipazione di Leonardo Bencini, Ministro Plenipotenziario del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e delle autorità locali. Tra gli ospiti del festival, ci saranno registi, attori, critici, esponenti della cultura ed esperti UNICEF. La serata sarà condotta dal giornalista ed esperto di cinema Federico Chiarini, di SKY TV.

Il 23 ottobre programma serale dedicato alle difficoltà che i ragazzi incontrano nel loro percorso di crescita, seguito da un dibattito con registi ed esperti UNICEF. Il 24 ottobre giornata conclusiva del Festival e prima edizione assoluta del Premio IRIS ai migliori film selezionati da una giuria internazionale nelle tre categorie: registi sotto i 18 anni, infanzia e pandemia e tema libero. Un Premio IRIS speciale per i 75 anni di UNICEF sarà inoltre consegnato al miglior film in concorso dalla Direttrice Generale di UNICEF Henrietta H. Fore, in collegamento da remoto, accompagnata dall’attrice Amita Suman, Presente il Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo Italiana Ambasciatore Giorgio Marrapodi.

Tra gli eventi collaterali, una tavola rotonda su "Lavorare eticamente con i bambini nei documentari" e vari dibattiti con registi ed esperti UNICEF.

Per celebrare i 75 anni di UNICEF, sulla piattaforma online del festival www.uiff.org/ ci sarà una retrospettiva di alcune iconiche narrazioni cinematografiche dell'infanzia, dagli anni ’40 ai nostri giorni. Il festival è stato organizzato grazie a un generoso contributo della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze. Il premio UIFF Iris è stato progettato per il festival dagli studenti dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Firenze.

Programma completo: https://www.unicef-irc.org/reportcards/files/UIFF_Programme_2021.pdf