12 April 2018

Una mattinata all’Istituto degli Innocenti, per vedere da vicino i nidi, le case di accoglienza, il giardino, l’archivio storico, come anche la biblioteca e la Bottega dei ragazzi, nonché il Museo e la terrazza del Verone, ovvero i tanti spazi che arricchiscono l’ente di piazza Santissima Annunziata che da sei secoli si occupa di tutelare l’infanzia. La visita che si è svolta mercoledì mattina agli Innocenti ha visto protagonisti i consiglieri della Prima Commissione Controllo e Garanzia del Consiglio della Città Metropolitana: Marco Semplici, Enrico Carpini, Francesca Paolieri.

Ad accompagnarli e a rispondere alle loro domande e curiosità c’erano il direttore generale Giovanni Palumbo e in rappresentanza del consiglio di amministrazione Giuseppe Sparnacci e Alessandro Mariani. I consiglieri della Città Metropolitana (che ha il compito di nominare uno dei rappresentanti dell’organo di governo dell’Istituto) hanno avuto modo di conoscere il lavoro che viene fatto nei tre nidi ospitati dall’Istituto e convenzionati con il Comune di Firenze, dove tutti i giorni sono accolti 158 bambini; hanno visitato le case di accoglienza dove sono ospitati i bambini e le madri affidati dal Tribunale per i Minorenni e dai Servizi Sociali. Hanno visitato il giardino, recentemente ristrutturato con arredi progettati a misura di bambino e realizzati interamente con materiale naturale, e lo spazio neutro, locale adibito agli incontri protetti tra figli e genitori in situazioni di disagio familiare.

Oltre al settore dell’accoglienza e dell’educazione i consiglieri hanno avuto modo di entrare nell’Archivio storico dove sono conservati i documenti ufficiali dei quasi 500mila bambini che sono stati accolti in Istituto nel corso dei suoi 600 anni di storia. Non è mancato un sopralluogo anche alla biblioteca Innocenti Library, nata nel 2001 da un progetto tra gli Innocenti e l'Office of Research di UNICEF e completamente dedicata all'infanzia e ai suoi diritti, e un passaggio negli spazi della Bottega dei ragazzi dove si svolgono attività ludico culturali con i bambini e le scuole di Firenze.

I consiglieri sono stati accompagnati anche attraverso i percorsi del Museo degli Innocenti, per un viaggio nella storia dell’ente strutturato per comprendere al meglio il presente dell’Istituto. La visita si è conclusa alla Terrazza del Verone, l’antico stenditoio, oggi caffetteria.

“E’ importante che i consiglieri vengano a conoscere da vicino il lavoro dell’Istituto oggi – commenta la presidente Maria Grazia Giuffrida – per poter meglio apprezzare non solo la sua storia ma soprattutto l’impegno che oggi mettiamo nelle diverse attività rivolte a bambini e ragazzi, dall’accoglienza e dall’educazione fino al lavoro di ricerca sui fenomeni che coinvolgono infanzia e adolescenza. L’Istituto è sempre aperto ad approfondire il suo rapporto con le istituzioni soprattutto quelle del territorio fiorentino”.

“Abbiamo avuto il privilegio di visitare una realtà secolare, un’eccellenza nel sostegno alle famiglie, nel campo della ricerca e dell’assistenza all’infanzia – commenta il presidente della Prima Commissione, Marco Semplici -  un punto di riferimento per tutto il territorio metropolitano che può crescere grazie al sostegno delle istituzioni e soprattutto dei cittadini che sentono l’Istituto da sempre come una realtà vicina alle loro esigenze. Credo che sia importante impegnarci tutti a promuovere i risultati che l’Istituto raggiunge”.