Quando si lasciava un bambino, se si metteva del sale fra le fasce, si voleva indicare che non era stato battezzato:

Giorgio e Marcho ponemo nome a uno fancullo maschio checci fu rechato e messo nella pila adì XXIIII daprile 1446 e rechollo monna Antonia di Giovanni Frullani ista da Sancta Maria Magiore  a ore 22 o circha e venne involto un uno chamicacie triste tutte rotte e rechò a chollo il sale per segno non era batezato e aveva leghato il belicho choruno spaghetto.

(AOIF, [Libro dei] fanciugli A, 05/02/1444 – 17/10/1450, n. inv. 485, c. 44)