Siglato stamani un accordo per incentivare l’amore per la cultura soprattutto nelle nuove generazioni
24 May 2021

Un accordo per incentivare l’arte e promuovere la cultura, con iniziative dedicate alle giovani e giovanissime generazioni è stato firmato questa mattina, 24 maggio 2021, da Istituto degli Innocenti e AICI, Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane, alla presenza della presidente dell’Istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida e del presidente AICI, professor Valdo Spini.

L’intesa regolerà la collaborazione tra queste due realtà unite dall’obiettivo di promuovere e consolidare la solidarietà e la coesione sociale attraverso l’arte e la cultura, diffondendo questi valori soprattutto tra bambini e giovani.

Saranno realizzati con questa finalità progetti e iniziative congiunte che avranno lo scopo di valorizzare il patrimonio e le attività culturali dell’Istituto degli Innocenti nonché di promuovere i beni culturali cittadini con particolare attenzione a bambini, ragazzi e famiglie, in accordo anche con i programmi e i progetti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
 
In previsione ci sono: percorsi di visita e attività didattiche rivolti alle scuole presso le sedi degli istituti fiorentini aderenti all’AICI; momenti di indagine e di riflessione sulle modalità attraverso le quali gli istituti di cultura possono comunicare i propri patrimoni a bambini, ragazzi e famiglie; iniziative legate alle problematiche connesse alla povertà educativa e allo sviluppo dei servizi educativi all’interno delle istituzioni di cultura per la tutela e la promozione dei diritti dell’infanzia.

"L’Istituto degli Innocenti rivolge da tempo una particolare attenzione a come valorizzare il patrimonio culturale a servizio della promozione dei diritti di bambini e ragazzi - spiega la presidente dell’Istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida - un patrimonio da condividere in primo luogo con i più piccoli che da seicento anni frequentano questo luogo, splendido esempio di architettura rinascimentale, in cui si lavora, ancora oggi, per diffondere una cultura positiva dell'infanzia. Grazie all’accordo con AICI abbiamo l’opportunità di realizzare iniziative che ci permetteranno di raccontare sempre più e meglio, con un linguaggio contemporaneo adatto a bambini e ragazzi, l’unicità del patrimonio culturale degli Innocenti, strettamente legato all’attività assistenziale, educativa e ai valori della solidarietà che la città di Firenze ha saputo esprimere nei secoli. L’Istituto mette inoltre a disposizione delle iniziative da proporre con AICI, le competenze di ricerca e di studio sviluppate a livello regionale, nazionale e internazionale sui temi dell’infanzia e dell’adolescenza, per favorire la consapevolezza del potenziale educativo insito nel patrimonio artistico e culturale di cui è ricco il nostro Paese".

Commenta il presidente di AICI Valdo Spini: "Grazie all'intesa con l'Istituto degli Innocenti, l'Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane, con i suoi 149 soci (13 nella città di Firenze), tra i quali si annoverano istituti, accademie e fondazioni di grande prestigio e di riconosciuto valore scientifico, si apre al tema della diffusione della cultura tra le giovani e le giovanissime generazioni, così da ampliare e qualificare ulteriormente un impegno che non ha mai subito soste nel corso di questi difficili mesi di pandemia. Apriremo a bambine e bambini i nostri istituti, per progettare insieme percorsi didattici innovativi, e ci impegneremo per rendere più efficace l'iniziativa delle nostre istituzioni verso l'infanzia e l'adolescenza, nel fermo convincimento che l'azione per la diffusione dei saperi e per la tutela e la valorizzazione di un patrimonio culturale unico al mondo come quello del nostro Paese costituisce un fattore essenziale di crescita civile e di coesione sociale, indispensabile per tornare a guardare con fiducia al futuro".