Oltre 11 mila mamme donatrici hanno nutrito 14 mila neonati
09 March 2011
La Banca del latte umano compie 40 anni

Tutti i pediatri concordano che, per l'alimentazione dei neonati, il latte materno è, oltre che unico, il migliore alimento. Ma come fare quando la mamma non può nutrire il proprio bambino perché prematuro o con gravi patologie?

Quarant'anni fa, nella Giornata dedicata alle donne (era l'8 marzo del 1971), a Firenze, all'Ospedale pediatrico Meyer nasceva la Banca del latte umano donato (Blud) - fu la prima in Italia - alla quale migliaia di mamme hanno offerto il proprio latte.

Ne sono state contate oltre 11 mila che in questo lungo periodo hanno donato quasi 74 mila litri del prezioso alimento. Per avere un'idea più precisa della quantità, dalla nascita della Blud a oggi, il latte raccolto è equivalente al contenuto di tre cisterne di camion Tir.

Il dono di queste mamme, nel solo ospedale Meyer, ha permesso di nutrire quasi 14 mila e 700 bimbi nati pretermine e con patologie gravi. L'esperienza dell'ospedale pediatrico fiorentino durante questi anni si è ampliata con la costituzione di altre Banche la cui sede è anche in altre strutture ospedaliere della Toscana. Oltre al Meyer le troviamo all’Ospedale S. Donato di Arezzo,  all’Ospedale della Misericordia di Grosseto, all’Ospedale Generale Provinciale Campo di Marte di Lucca, al Policlinico Le Scotte di Siena e all’Ospedale Versilia di Viareggio.

Le Banche del latte umano - che raccolgono l'alimento anche a domicilio - dopo il trattamento conservano e distribuiscono il latte gratuitamente ai neonati che ne hanno bisogno. L'unione delle Banche permette anche un'ottimizzazione della raccolta, di rendere più efficiente la loro attività e consente di uniformare le procedure . In questo modo il latte è garantito con alti standard qualitativi e di sicurezza. É un lungo e prezioso lavoro che ha anche un alto costo: è stato calcolato che un litro di questo latte costa circa ottanta euro.

Lo scorso anno, nel mese di maggio, con una delibera la Giunta Regionale della Regione Toscana ha dato vita alla Re.Blud, la Rete regionale delle Banche del latte umano donato. La prima nel nostro Paese. Ieri, in occasione della Festa della Donna, si è tenuto un convegno sull’esperienza del Meyer e sui primi dieci mesi della Re.Blud. (sp)

Leave a comment