Una schiava incinta viene acquistata dagli Innocenti come balia di casa. La bambina della schiava muore quando ha circa tre mesi:

Adì xxiij di maggio 1450 ci venne per nostra schiava la quale chonperamo da Giovanni di Jachopo delli Strozi la quale à nome Lucia la quale chonperiamo insino adì x del presente mese et avemola adì xxiij detto perché la detta era in parto di una fanculla avea fatto la quale rechò secho ed era battezata chome di sopra [Tommasa Domenica] […] della quale schiava ne richordo a libro biancho segnato X a carta […]

La sopradetta fanciulla cioè Tomasa et Domenicha morì adì 31 d’agosto 1450 Dio la benedicha

(AOIF, [Libro dei] fanciugli A, 05/02/1445 – 17/10/1450, n. inv. 485, c. 239r)