Un ciclo di incontri a cura della Innocenti Library
15 April 2019

Un ciclo di quattro incontri, a cura della Biblioteca Innocenti Library A.C. Moro, è in programma nell’anno del Seicentenario dell’Istituto degli Innocenti. La presentazione di quattro volumi sarà l’occasione per riflettere su una delle attività che caratterizzano oggi la più antica istituzione pubblica italiana dedicata all’accoglienza dei bambini e in particolare il servizio di orientamento e informazione per la ricerca delle proprie origini o della storia dei propri familiari, grazie ai documenti dell’Archivio storico, e per attività di studio.

Il ciclo, “Leggere agli Innocenti. Alla ricerca delle origini tra passato e presente”, vuole valorizzare proprio il delicato tema della ricerca delle origini, dal punto di vista storico ma anche con uno sguardo ai giorni nostri, attraverso un approfondimento sulle prassi esistenti alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali. Il ciclo propone anche racconti di storie personali di ex assistiti di epoche diverse.

La prima presentazione del ciclo, dal titolo, “In cerca delle proprie origini: tra diritto, scienza e storia” si terrà martedì 16 aprile 2019 alle ore 16,30 (Sala Poccetti). Protagonista dell’incontro è il numero della rivista Genesis dedicato al tema della ricerca della paternità (n.1, 2018). I sei saggi del nucleo monotematico affrontano l’argomento dall’età moderna all’età contemporanea, soprattutto attraverso i temi dell’illegittimità, dell’assistenza ai bambini abbandonati, delle condizioni delle madri nubili.

La presentazione è realizzata in collaborazione con Società italiana delle storiche, l’incontro è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Firenze. Le relatrici sono: Daniela Lombardi (Storica), Sibilla Santoni (Avvocata), Francesca Torricelli (Genetista).

Il secondo appuntamento avrà luogo il 21 maggio (ore 16,30), ad essere presentato è il libro di Antonietta Poliseno, “Eravamo degli Innocenti: vent’anni da innocentina (1954-1974)” (C&P Adver Effegi, 2018). L’autrice è stata un’assistita dell’Istituto e ha consultato i documenti dell’Archivio necessari per la stesura della tesi di laurea in Antropologia culturale, assegnata dal professor Pietro Clemente dell’Università di Firenze e discussa dalla professoressa Emanuela Rossi che ne ha curato la pubblicazione. I due docenti saranno i relatori della presentazione di maggio.

Il 24 settembre (ore 16,30) sarà la volta della presentazione del volume sul progetto Ser.I.O. (Servizio per la ricerca delle informazioni sulle origini), realizzato dall’Istituto degli Innocenti e sostenuto dalla Regione Toscana. Nell’occasione verranno illustrate le procedure, le prassi e gli orientamenti del Tribunale per i minorenni di Firenze in tema di ricerca delle origini da parte degli adottati. Intervengono Alessandro Salvi (Regione Toscana), Lucia Bianchi e Lucia Ricciardi (Istituto degli Innocenti), Antonella Venturini e Aurora Funcasta (Centro adozioni Area vasta di Firenze), Massimo De Micco (scrittore), Luciano Trovato (Presidente del Tribunale per i minorenni di Firenze). Introduce Giovanni Palumbo (Direttore Generale Istituto degli Innocenti), coordina Raffaella Pregliasco (Istituto degli Innocenti).

Il ciclo di incontri si conclude il 22 ottobre (ore 16,30) con la presentazione di “Una storia un archivio: Idalberto Targioni nell’Italia tra Ottocento e Novecento” di Roberto Bianchi (Firenze University Press, 2018). Bianchi, docente di storia contemporanea dell’Università di Firenze ricostruisce la storia di un ex nocentino che fu allevato da una famiglia di contadini, divenne autodidatta, attivista sindacale, sindaco di Lamporecchio, scrittore e studioso. Oltre all’autore parlano del libro e della storia di Targioni Simonetta Soldani (Università di Firenze), Simonetta Chiappini (Storica), Matteo Mazzoni (Direttore Istituto storico della Resistenza di Firenze).