Viene accolta nello Spedale una neonata della quale si conosce sia la madre che è schiava sia il nome del suo padrone. Le viene dato il nome di Maddalena Innocente:

Adì 16 di settenbre 1452 sabato aore 16 ci fu rechato e messo nella pila una fanculla femina non batezata recholla Checha dona d’Andrea da Cieticha ista nel popolo di Santa Felicita presso al pozzo toschaneggio e disse era figliuola della Chaterina ischiava di Jacopo di Pagnozo Ridolfi

(AOIF, Libro delle Balie B, 27/10/1450-26/11/1454, n. inv. 486, c. 89v)