Lo stanziamento è inserito in un emendamento della legge di stabilità con cui si trasferisce alle Regioni le funzioni relative all'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale di alunni con disabilità sensoriali.
15 December 2015

Da una parte ci sono maggiori entrate statali a seguito di un aumento della tassazione sul gioco d'azzardo e dall'altro ci sono 70 milioni di euro destinati agli alunni con disabilità fisiche o sensoriali.
È questa la notizia che emerge da un emendamento, (il 48.94, lettera f) approvato dalla commissione Bilancio della Camera con il favore del Governo ed inserito nella legge di stabilità.

L’emendamento del Governo attribuisce alle Regioni, dal primo gennaio 2016, le funzioni delle ex Province relative all'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni disabili, salvo intese diverse già in essere. In più, il testo inserisce maglie più stringenti sul gioco d'azzardo, nonché i criteri per la distribuzione dei punti vendita e la loro concentrazione territoriale, vieta la pubblicità di giochi con vincita in denaro nelle trasmissioni radiofoniche e televisive generaliste dalle ore 7 alle ore 22 di ogni giorno.

In realtà un altro comma (il 534-undecies) già prevedeva che nell’ambito del completamento del processo di riordino delle funzioni delle province quelle all'assistenza degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali fossero attribuite alle Regioni con un contributo di 50 milioni di euro per l'anno 2016. Ora, grazie al subemendamento 48.94.16 tale contributo è diventato di 70 milioni di euro.

Oltre a questa misura è stato confermato il finanziamento di 400 milioni per le non autosufficienze che si aggiunge ai 90 milioni destinati al nascente fondo per il 'dopo di noi'.