Un incontro a Firenze in occasione della "Settimana Mondiale dell'Allattamento Materno"
15 October 2010
"Ospedali amici dei bambini"

A seguito della "Settimana Mondiale dell'Allattamento Materno", che si è celebrata in Italia dal 1° al 7 ottobre, l'UNICEF Italia, con il patrocinio dell'Istituto degli Innocenti di Firenze, organizza nel capoluogo toscano il VII Incontro della Rete italiana BFHI/BFCI (Baby-Friendly Hospital Initiative / Baby-Friendly Community Initiative), nota all'opinione pubblica per il programma degli "Ospedali amici dei bambini",

Gli Ospedali Amici, oggi affiancati anche dalle Comunità Amiche, sono uno dei più vasti programmi di sensibilizzazione ed educazione sanitaria condotti dall'UNICEF nel mondo, in collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Dal lancio avvenuto nel 1991 sono più di 20.000 le strutture sanitarie nel mondo certificate "amiche dei bambini" in virtù della speciale attenzione per la tutela della maternità e per la scelta senza compromessi in favore dell'allattamento al seno.

L'incontro, dal titolo "I passi delle Iniziative Ospedali&Comunità Amici dei Bambini e il Codice Internazionale” avrà luogo venerdì 15 ottobre 2010, dalle 9 alle 17, presso la sede storica dell'Istituto degli Innocenti, nell'omonimo palazzo quattrocentesco in piazza della Santissima Annunziata a Firenze.

Il meeting, aperto da Randa Saadeh (coordinatrice della Nutrition in the Life Course dell’OMS), farà il punto sul significato e sull’applicazione del Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno, con particolare riferimento ai progetti BFHI/BFCI.

Leggi qui il programma dell'incontro.

L'incontro avviene all'indomani del 6° Meeting europeo dei coordinatori del programma Ospedali Amici dei Bambini, che si è tenuto dal 12 al 14 ottobre nella  medesima struttura fiorentina, a cura dell'OMS e con la partecipazione di 90 delegati da 36 Stati.

In rappresentanza del paese ospitante è intervenuto ad apertura del meeting il vicepresidente dell'UNICEF Italia, Stefano Taravella.(francesca coppini)

Leave a comment