07 December 2016

Circa la metà dei minori in affido in Italia sono raccomandati alle cure dei parenti. Eppure sono ancora pochi gli approfondimenti teorici sulle caratteristiche di questa tipologia di affidi, su quali siano i punti di forza e i punti critici e in che modo possano essere gestiti. L’Istituto degli Innocenti organizza una giornata formativa sull'affido intra-familiare per il 26 gennaio 2017, rivolta a psicologi, assistenti sociali, neuropsichiatri, educatori, giudici minorili e a tutti coloro che, a diverso titolo, si occupano di affido familiare e di tutela minorile.

La rilevante entità di questo fenomeno trova la sua causa sia in una diffusa interpretazione della legge, che porta a considerare la presenza di risorse nell'ambito delle famiglie allargate e non solo in quella nucleare, sia in aspetti culturali e valoriali che vedono fortemente condiviso l'assunto che per un bambino sia preferibile essere affidato ai parenti piuttosto che a persone sconosciute. Tutto ciò ha portato la gran parte dei Tribunali per i Minorenni a privilegiare nonni e zii quali affidatari dei minori che devono essere allontanati dal nucleo familiare.

Il percorso formativo in 6 ore intende rappresentare un'opportunità di approfondimento e riflessione sul tema, al fine di individuare un approccio teorico-metodologico utile nella progettazione e nella conduzione degli affidi intra-familiari che aiuti a comprendere quando essi sono opportuni.

La quota di iscrizione è di 100 euro + Iva. Le iscrizioni dovranno pervenire entro l'8 gennaio 2017 via fax al n. 055 2037207, via mail a formazione@istitutodeglinnocenti.it o per posta a: Agenzia Formativa istituto degli Innocenti Segreteria organizzativa, P.zza SS. annunziata 12, 50122 Firenze. Il corso sarà attivato con un minimo di 15 iscritti e un massimo di 25 partecipanti.

Per informazioni: Agenzia Formativa Istituto degli Innocenti tel. 0552037273*255
mail: formazione@istitutodeglinnocenti.it

Crediti foto