L'incasso dell'iniziativa del Lions Club Firenze devoluto per l'emergenza Coronavirus
20 May 2020

L'incasso della serata di crowfunding a favore dell'Istituto degli Innocenti organizzata dal Lions Club Firenze Pitti, che doveva tenersi all'Hard Rock Cafe lo scorso febbraio, è stato completamente devoluto all'Ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze per l'acquisto di attrezzatura per fronteggiare l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

Una donazione di 10.000 euro che va alla Fondazione Santa Maria Nuova per l'acquisto di attrezzature medicali urgenti: 8 carrelli per monitor uMEc-12 e ePM12 Mindray; 10 saturimetri Bluetooth "Meditech"; 1 ECG portatile Cardiovit AT-102 G2 "Schiller" munito di carrello e accessori; oltre a dispositivi di protezione individuale (1.900 guanti in nitrile).

Un'importante decisione presa in accordo dagli organizzatori del Lions Club Firenze e dall'Hard Rock Cafe, che ci ha visto come Istituto da subito concordi con la proposta di devolvere tutto il ricavato dell'evento "Somebody to love", destinato in origine alla nostra struttura d'accoglienza 'Nuova Casa Rondini', all'Ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze per sostenere la sanità nella lotta al Coronavirus. Il protrarsi delle ragioni di tutela della pubblica incolumità connesse all'emergenza da Covid-19, ha indotto gli organizzatori prima a differire l'evento di crowfunding a favore dell'Istituto degli Innocenti e, successivamente, a dirottare tutti i contributi raccolti a favore dell'Ospedale di Santa Maria Nuova, affinché possa potenziarsi per fronteggiare al meglio la situazione emergenziale in atto.

Gli organizzatori del Lions Club Firenze Pitti hanno voluto esprimere il proprio ringraziamento – a cui si unisce anche quello dell’Istituto degli Innocenti - a tutti i patrocinanti: dal Comune di Firenze, alla Camera Civile di Firenze e all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti Contabili di Firenze fino ai vari partner coinvolti nell'iniziativa: Great Queen Rats, Dance Performance, WikiPedro e Lady Radio.

Con l'augurio di poter, tutti insieme, tornare ad organizzarlo in futuro.