28 July 2021

Sono stati 140 i ragazzi stranieri arrivati da soli in Italia che sono stati coinvolti nel progetto “Up Minori: un progetto di inclusione”, nato dalla collaborazione tra il Comune di Firenze (capofila del progetto), l’Istituto degli Innocenti di Firenze e i soggetti gestori di strutture di accoglienza (Co&So, Coop Sociale il Girasole, Diaconia Valdese Nosotras, Gruppo CORI) e grazie ai finanziamenti provenienti dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione del Ministero degli interni.

Nel corso di tre anni dal 2019 al 2021 il progetto ha sostenuto percorsi di inclusione di questi ragazzi ospitati in “appartamenti per l’autonomia” nell’area metropolitana di Firenze. 

Gli interventi hanno riguardato percorsi di orientamento e supporto all‘inserimento scolastico (grazie all’azione di rete con istituti scolastici e CPIA; alla sperimentazione di percorsi di peer education; a laboratori su autonomia personale e la gestione di sé) e percorsi di inserimento lavorativo (grazie a una rilevazione di competenze attraverso un approccio narrativo autobiografico, all’accompagnamento alla fruizione dei servizi, ai laboratori di tecniche di ricerca attiva del lavoro modulati sull’età con attività italiano L2 mirate), ma anche Job experience in azienda e attività di socializzazione e attività sportiva, organizzate grazie alla rete di associazioni del territorio.

L'Istituto degli Innocenti ha avuto all’interno del progetto funzioni di supporto scientifico, documentazione, monitoraggio e valutazione, diffusione dei risultati ed è nel piano di valutazione, curato dai suoi ricercatori, che si leggono le “storie di cambiamento”, le chiavi di lettura per valutare le attività messe in campo nell’ambito di Up Minori, a partire dal tema della formazione, per passare a quello della ricerca di un lavoro, fino al tema della socializzazione.

Il risultato di questo lavoro pluriennale emerge dalla pubblicazione e dal video curato dall’Istituto degli Innocenti in collaborazione con il partenariato. 

Clicca qui sotto per vedere:

Il video

La pubblicazione

L’articolo