Archivio storico

La raccolta documentaria, che costituisce l'Archivio Storico dell'Istituto degli Innocenti, rappresenta un patrimonio unico nel suo genere per completezza cronologica e varietà di contenuti. Tale ricchezza, costituita da ben 13551 unità, testimonia la vita dell'antico Ospedale a partire dalla sua edificazione e quella di innumerevoli altri enti, famiglie e personaggi la cui memoria scritta pervenne, con i loro patrimoni, agli Innocenti nel corso dei secoli.
Tra le serie documentarie di notevole rilievo per la storia dell'Ospedale e per quella della sua attività assistenziale, prodotte in gran parte sotto il Patronato dell'Arte della Seta (secc. XV-XVIII), sono particolarmente preziose quelle dei Libri della muraglia (1419-1582), che testimoniano l'accrescimento della Fabbrica brunelleschiana; dei Libri dei privilegi (secc. XV-XVIII) concessi dal Comune all'antico Ospedale; delle Deliberazioni degli Operai (1575-1791), preposti alla gestione dell'Ente; dei registri di Balie e bambini (1445-1950), testimonianti la real money slots continuità dell'attenzione ai bisogni dell'infanzia nel corso dei secoli e attraverso le varie forme di governo istituzionale.

Tra i fondi documentari degli Enti aggregati agli Innocenti, tutti di notevole interesse storico, sono particolarmente noti quelli dell'Ospedale di san Gallo (1218-1488), della Badia di Fiesole (1393-1782) del monastero di san Salvatore a Settimo. Di quest'ultimo, in particolare, ci sono pervenuti gli Antifonari (secc. XIV-XVII) corredati da miniature di ottima fattura trecentesca e quattrocentesca, conservati nel Museo dell'Istituto.

Tra le tante memorie familiari ed aziendali pervenute per via ereditaria, rivestono uno speciale interesse per la Storia economica e sociale quelle dei numerosi mercanti, imprenditori e banchieri, attivi in ambito nazionale ed europeo tra il XV e il XVI secolo, conosciuti agli studiosi col nome di Estranei: i Banchi, i Cambini, i Salutati, i Gondi, i Guadagni, i Ridolfi, i Della Casa, per citare i più noti, attivi a Firenze tra XV e XVI secolo.

Per approfondire i contenuti dell'Archivio Storico si rimanda all'inventario, curato da Lucia Sandri e consultabile online.

Il materiale documentario è consultabile su prenotazione tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 previa richiesta d'autorizzazione all'Amministrazione dell'Ente scrivendo a archivio_storico@istitutodeglinnocenti.it.

Gli studenti dovranno produrre anche una lettera di presentazione del docente cui fanno riferimento per la ricerca.

Per informazioni:
Lucia Ricciardi: 0552037397
Sala lettura: 055/2037397
e-mail: info@istitutodeglinnocenti.it