L’Istituto degli Innocenti è inserito in un’ampia rete di relazioni, regolate da specifici accordi di collaborazione.

Livello nazionale

Dipartimento per le politiche della famiglia

Fin dalla sua costituzione, avvenuta con la  L. 451/97,  successivamente regolato con DPR 103/2007, l’Istituto ha gestito le attività del Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza. Oggi l’Istituto realizza le attività  del Centro Nazionale in base alle previsioni della Legge n. 8/2020, in accordo con il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso piani di attività triennali. Nei piani sono incluse anche le attività di supporto all’applicazione della L. 269/98 in materia di sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori e quelle a supporto delle politiche per la famiglia. Il Centro, nato per offrire supporto all’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, si occupa della raccolta e organizzazione della documentazione prodotta in Italia sulle tematiche dell’infanzia e dell’adolescenza, del monitoraggio della loro condizione e dello stato di attuazione della Convenzione ONU sui diritti dei bambini. Promuove pubblicazioni, campagne informative e incontri su tali temi.

Mediante specifico accordo di collaborazione con il Dipartimento, sono svolte anche le funzioni di informazione, promozione, consulenza, monitoraggio e supporto tecnico previste per il Centro nazionale dalla L.285/1997.

Commissione per le adozioni internazionali

Dalla fine degli anni ’90 sulla base di specifici accordi di collaborazione l’Istituto collabora con la Commissione per le adozioni internazionali per la realizzazione di attività di analisi e monitoraggio, formazione, promozione e informazione riguardanti gli ambiti di competenza della Commissione ai sensi della L.476/1998  e successivo regolamento di cui al DPR 108/2007. Oggi tali attività sono svolte dall’Istituto nel quadro degli accordi che disciplinano i rapporti con il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi della L.8/2020 per le funzioni del Centro Nazionale.

Ministero del Lavoro e delle politiche sociali

Da oltre 20 anni l’Istituto collabora con il Ministero sulla base di specifici accordi per fornire attività di assistenza tecnico-scientifica, di documentazione e analisi statistica, di ricerca e monitoraggio, di formazione e diffusione con riferimento alle politiche per la tutela e promozione dei diritti dei bambini. In particolare, oggi, queste riguardano il supporto all’attuazione del Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2021-2023 nelle due componenti del Piano sociale nazionale 2021-2023 e del Piano nazionale per gli interventi e i servizi sociali di contrato alla povertà 2021-2023, nonché di altri strumenti come la Child Guarantee (che istituisce una garanzia europea per l’infanzia per ridurre e prevenire le condizioni di povertà e di esclusione sociale, prevista dalla Raccomandazione 2021/1004 del Consiglio della UE del 14 giugno 2021). Inoltre viene dato supporto per l’attuazione di specifiche azioni del PNRR, per progettualità nazionali che fanno capo al Ministero e per l’attuazione della legge 149/01 sull’adozione e l’affido.

Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza

L’Istituto degli Innocenti collabora dal 2018 con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza per fornire supporto tecnico-scientifico ad attività di studio, ricerca e documentazione, monitoraggio e scambio, anche in ambito internazionale.

Livello regionale

Regione Toscana

La Regione Toscana rappresenta il principale ente di riferimento istituzionale per gli Innocenti (ai sensi della L.43/2004) anche perché l’Istituto collabora attivamente con l’ente regionale fin dal 1990,  quando, con la L.R. n. 45/1990, gli furono affidate le prime attività di studio, documentazione e sperimentazione sui servizi sociali ed educativi per bambini e famiglie. Il partenariato si è consolidato poi con la L.R. n. 31 del 2000 e con l’istituzione del Centro regionale di documentazione per l’infanzia e l'adolescenza, le cui attività sono affidate all’Istituto, inserendosi nel sistema di documentazione previsto dalla L. 451/1997 che intendeva favorire il rapporto e lo scambio di informazioni e dati tra il  Centro nazionale e i livelli regionali.

Da vari anni l’Istituto collabora inoltre con il CO.RE.COM. (Consiglio regionale delle Comunicazioni) del Consiglio regionale della Toscana, con il quale sono state sviluppate le attività dell'Osservatorio Internet@ minori con un articolato percorso di workshop formativi, in varie sedi del territorio regionale, rivolti a insegnanti per l'aggiornamento in materia di educazione ai media e uso dei media in contesti didattici. La collaborazione è oggi finalizzata allo sviluppo del progetto del Patentino digitale.

Altre Regioni

Negli ultimi venti anni l’Istituto ha collaborato con vari enti regionali: la Regione Basilicata, Regione Liguria, Regione Molise, Regione Puglia. Nel 2018 è stato siglato un accordo di collaborazione a valenza pluriennale con l'IPAB Asilo Savoia per la realizzazione di azioni di consulenza, monitoraggio e valutazione alle azioni di sistema della Regione Lazio nell'ambito del sostegno alle famiglie e alla genitorialità e in particolare sul tema dell’autismo. È oggi attiva una collaborazione con la Regione Abruzzo per attività di supporto alla promozione dell’affido familiare.

Livello locale

Comune di Firenze

Fin dal 1997 l’Istituto collabora con il Comune di Firenze attraverso un protocollo d’intesa per la realizzazione di interventi e servizi di ambito educativo, socio-educativo e culturale rivolti all’infanzia, alla preadolescenza e alle famiglie. Sono oggi attive convenzioni per la gestione dei servizi educativi, le attività di accoglienza residenziale e gli incontri protetti.

Comune di Napoli

Dal 2015 è attiva una collaborazione con il Comune di Napoli finalizzata allo sviluppo del sistema dei servizi socioeducativi a carattere diurno e semiresidenziale rivolti a bambini e famiglie residenti nel territorio napoletano attraverso interventi a carattere formativo rivolti ad assistenti sociali ed educatori e allo sviluppo di un sistema informativo e documentale per il monitoraggio delle attività dei servizi.

Altre collaborazioni con Enti locali e Ambiti territoriali

Numerose nel tempo le collaborazioni con Comuni ed ambiti territoriali con riferimento alle politiche e agli interventi in ambito sociale ed educativo per lo svolgimento di attività di consulenza, assistenza tecnica e formazione nei Comuni di Arezzo, Grosseto, Imperia, La Spezia, Massa Carrara, Nuoro, Pisa, Sassari e Savona e negli ambiti territoriali nella Zona Mugello, Val di Cornia e Valle del Serchio.

Altre istituzioni e organizzazioni

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

È oggi alla sua quinta edizione il Master di II livello Affido, adozione e nuove sfide dell'accoglienza familiare: aspetti clinici, sociali e giuridici, attivato dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con la collaborazione dell'Istituto degli Innocenti.

Livello internazionale

UNICEF

In base ad un accordo tra il Governo Italiano e il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Legge 312/1988), l’UNICEF ha creato nel 1988 l’Innocenti Office of Research con sede presso l’Istituto degli Innocenti.

Nello stesso anno tra UNICEF e IDI fu ratificato un accordo di collaborazione che è stato rinnovato nel corso del tempo ed è tuttora attivo.

L’Accordo riguarda sia l’utilizzo dei locali dell’Istituto da parte del Centro di ricerca dell’UNICEF, sia lo sviluppo di attività congiunte di approfondimento e di promozione sul tema dei diritti dei bambini.

La collaborazione tra il Centro di ricerca e l’Istituto degli Innocenti ha portato nel 2001 alla costituzione della Biblioteca Innocenti Library.

Ultimo aggiornamento: 27/04/2022 - 17:40