Progetto europeo svolto in Germania, Austria, Slovenia, Bulgaria, Lituania e Italia dal 2017 al 2019 con l'obiettivo di avvicinare i ragazzi alle professioni di cura.

Periodo
-
Luogo
Europa

Area di attività

Tipo di Progetto

Progetto europeo
Logo in bianco e nero con disegni abbozzati di bambini e scritta

Finanziato nell’ambito del programma sull’eguaglianza di genere della DG Giustizia dell'Unione europea si è svolto dal febbraio 2017 al gennaio 2019 in Germania, capofila del progetto, Austria, Slovenia, Bulgaria, Lituania e Italia. Il progetto ha avuto l'obiettivo di avvicinare i ragazzi alle professioni di cura, troppo spesso appannaggio esclusivo delle donne.

Insegnante di scuola materna, infermiere, educatore, assistente sociale: le professioni che si occupano di cura alla persona sono oggi molto poco declinate al maschile. Colpa degli stereotipi e di un vecchio concetto di mascolinità che tende a escludere quei mestieri ritenuti “da donna” e che deve essere superato se si vuole realizzare un’uguaglianza di genere nella nostra società e permettere a ognuno di seguire le proprie inclinazioni e potenzialità.

Il progetto, partito dall’analisi della situazione nei diversi Paesi europei, ha promosso corsi di formazione per insegnanti e per coloro che si occupano di orientamento a scuola e ha realizzato iniziative per avvicinare i ragazzi alle professioni di cura.

L'Istituto, che da anni si occupa di queste tematiche, ha partecipato attivamente al progetto, producendo anche un rapporto di ricerca.

Ultimo aggiornamento: 03/02/2022 - 16:52