Data:

21 Marzo 2022

Hanna Kasjanova, Maria Grazia Giuffrida e Sabrina Breschi durante la visita di Kasjanova all'Istituto degli Innocenti

Venerdì 18 marzo l'atleta ucraina Hanna Kasjanova ha visitato, dopo sua richiesta, l'Istituto degli Innocenti, dove ha incontrato due delle mamme ucraine ospitate insieme ai loro bambini, in via straordinaria e temporanea dall'Istituto, dopo la loro fuga dalla guerra.

L'atleta è stata ricevuta dalla presidente dell'Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida.

“Mi sento privilegiata rispetto ai tanti che soffrono e quindi sento che sia un mio dovere essere vicino a coloro che sono meno fortunati di me” afferma la Kasjanova.

“Siamo molto felici che un'atleta di questo calibro abbia voluto farci visita per incontrare due delle mamme che ospitiamo - dichiara la Giuffrida -. È stato un momento emozionante e importante per queste donne che hanno dovuto abbandonare le loro case e i loro affetti a causa della guerra in Ucraina. Sono gesti che riempiono il cuore e di questo ringraziamo Hanna Kasjanova”.

Il gesto di Hanna ha assunto un valore davvero straordinario per queste mamme, non solo perché si tratta di un'atleta straordinaria, campionessa del mondo di Eptathlon nel 2013 a Mosca, plurimedagliata nelle competizioni internazionali e protagonista alle Olimpiadi nel pentathlon, ma anche e soprattutto perchè ha dimostrato come lo sport sia uno di quei valori che sanno unire, che spingono alla condivisione, che insegnano a tutti come solo il confronto e la passione possano portare a risultati importanti.

“Da 600 anni l’Istituto degli Innocenti accoglie i più indifesi – spiega la presidente Maria Grazia Giuffrida - e non si è mai tirato indietro rispetto a questa missione. Oggi, di fronte alla tragedia dell’Ucraina, non potevamo restare inerti”.

Ultimo aggiornamento: 25/03/2022 - 16:47